8 aprile 2007

La Pasquetta

(Scena dal film Une partie de campagne de Jean Renoir. Foto tratta da filmreference.com)

La Pasquetta è il termine che fa riferimento al lunedì dopo Pasqua, per il cattolicesimo il lunedì dell'Angelo. Questo giorno è per molti un giorno libero che si trascorre facendo una gita fuori porta e un picnic.
In ricetteonline troviamo alcuni consigli per questa giornata:

In alternativa ai classici panini, vi consigliamo un’appetitosa grigliata, che necessita di ben poca attrezzatura può essere preparata quasi ovunque con un barbecue portatile, di solito contenuto in una valigia o scatola di dimensioni ridotte.

E’ comunque importante osservare alcune precauzioni: seguite i nostri consigli sulla cucina alla griglia, e in particolare:

- Usate braci e carbonella, non la fiamma viva
- non cucinate eccessivamente i cibi (non devono avere parti bruciacchiate)
- posizionate il barbecue in una zona riparata dal vento
- non usate alcool o altri starter chimici per accendere il fuoco: vanno benissimo invece la carta di giornale, dei pezzettini sottili di legno e magari erbe aromatiche o pigne.
- non spegnete il fuoco con acqua, per evitare che il barbecue si arrugginisca. Aspettate che si raffreddi da solo oppure coprite le braci con della sabbia.
- se dovete cucinare cibi fragili, che potrebbero rompersi durante la cottura, usate una piastra girevole, eviterete di dover buttare i pezzi che altrimenti finirebbero inevitabilmente sulle braci.
- avvolgete gli alimenti più delicati, come i pesci interi o a tranci, in cartocci di alluminio ricavati dai comuni rotoli che si usano per riporre i cibi in frigorifero.

Quest’ultima tecnica è ideale per preparare un ottimo contorno: le patate al cartoccio. Avvolgete delle patate intere non sbucciate con l’alluminio e lasciatele sulla griglia insieme alla carne o al pesce per 15 – 20 minuti (più le patate sono grandi più aumenterà il tempo di cottura).

Toglietele dal fuoco e lasciatele nel loro cartoccio fino a pochi attimi prima di servirle. Una volta cotte, si sbucceranno molto facilmente, e risulteranno particolarmente saporite. Possono essere gustate con una spruzzatina di sale e un filo d’olio d’oliva.

Se qualcuno di voi ha voglia di fare un piccolo esercizio lessicale, scaricatevi questi documenti pdf, della casa editrice Hueber, che parlano sulla Pasqua e la Pasquetta.
Vi consigliamo inoltre di leggere questa pagina di Mangiarebene sul Picnic dove troverete alcune interessanti ricette!

4 commenti:

Anonimo ha detto...

La scapagnata è meglio farla qua senza muoversi da casa
http://www.random-good-stuff.com/index.php/2007/03/31/when-is-the-next-bbq-train-arriving/
Saluti

xelo ha detto...

Non ne sono sicura, ma grazie comunque. Saluti.

Gayhetera ha detto...

¡Qué chula la foto!
Jo, ya te echábamos de menos en el blog
Mira que te gusta una revolución. En cuanto publico un post cagándome en to, allá que apareces.
Me encanta.

carnealfuoco ricette barbecue ha detto...

Consigli per iniziare il BBQ:

- La prima regola è quella di non avere fretta:
si inizia a cuocere solo quando la fiamma è spenta del tutto e resta solo la brace (ben rossa per la carne, velata da uno strato di cenere per i pesci piccoli o le carni delicate).

- Il combustibile migliore è la brace ottenuta dal carbone di legna. Qualsiasi combustibile si utilizzi, l'importante è che non contenga alcun elemento che produca fumo, altrimenti, i cibi avranno un cattivo sapore.

- La brace deve essere disposta in modo differente a seconda della quantità e della qualità dei cibi da cuocere e, soprattutto, deve essere disposta in modo tale che si possa aumentare o diminuire l'intensità calorica secondo necessità: è meglio ammucchiare più brace sull'esterno, in modo da aumentare l'uniformità del calore.

- La griglia deve essere sempre posta in anticipo sulla brace e deve essere ben calda quando vi si poggiano gli alimenti, per evitare che i cibi si attacchino e che si rovinino nel momento in cui devono essere girati.