17 aprile 2007

DICO: DIritti e doveri delle persone stabilmente COnviventi


(Nella foto, tratta da Internet, una coppia di fatto di fizione)

DICO è una sigla che significa "DIritti e doveri delle persone stabilmente COnviventi" e viene riferita comunemente al disegno di legge finalizzato al riconoscimento nell'ordinamento giuridico italiano di taluni diritti e doveri discendenti dai rapporti di "convivenza" registrati: l'iter legislativo è in corso.
Questa legge non è come la recente legge spagnola che prevede la parità di diritti fra coppie omossessuali ed eterossessuali, cioè, i DICO non avranno gli stessi diritti delle coppie che decidono di sposarsi, ma riconosce l'esistenza delle coppie dello stesso sesso e ne regola i diritti e i doveri. Leggiamo nell'articolo di Wikipedia:

Chi potrà utilizzare i DICO?

Coloro che beneficerebbero degli effetti del disegno di legge, qualora approvato in via definitiva dalle Camere, sarebbero i conviventi ovvero «due persone maggiorenni, anche dello stesso sesso, unite da reciproci vincoli affettivi, che convivono stabilmente e si prestano assistenza e solidarietà materiale e morale».

Il riconoscimento

Il disegno di legge è finalizzato al riconoscimento giuridico alle "convivenze" che verranno iscritte nei registri anagrafici di ogni comune, con il conseguente riconoscimento di taluni diritti e doveri a seconda della rispettiva durata della convivenza:

  • dopo tre anni, vengono riconosciuti i diritti e le tutele del lavoro;
  • dopo nove anni, sono riconosciuti i diritti di successione.

Ovviamente, la Chiesa Cattolica è contro questa legge. L'Arcivescovo di Genova ha detto: "Perché dire no, oggi, a forme di convivenza stabile alternative alla famiglia, ma domani alla legalizzazione dell'incesto o della pedofilia tra persone consenzienti?". Cosa ne pensate di quest'affermazione? E poi... se la Chiesa Cattolica facesse le leggi, quali sarebbero? Esisterebbe il divorzio? E la pena di morte? Qual è la vostra opinione?

4 commenti:

Elena ha detto...

Sono entrata nel vostro blog... è interessantissimissimo.
piccolae.blogspot.com

Xelo ha detto...

Grazie, adesso guarderò il tuo.

Anonimo ha detto...

A mio avviso i DICO saranno ammessi ma, nel tempo, mineranno le fondamenta della società attuale. Non sò se sia un male o un bene, considerando lo schifo di questa cultura; forse ci dovremo rassegnare a sparire come etnìa e fare largo agli extracomunitari, i quali certamente continueranno la tradizionale famiglia. Alla fine è quello che ci meritiamo per la eccessiva stupidità. Mike 70

Paulina ha detto...

Ciao! scrivo un dossier sul DICO e vorrei sapere se conoscete gli libri o i film che parlano su questo arrgomento. Grazie per farmi sapere!
Paulina :)