8 gennaio 2007

Il caminetto



Speriamo che la Befana vi abbia portato tanti bei regali! Innanzitutto vi consigliamo di leggere l’interessantissimo post di Cristina (Pomi d'ottone e manici di scopa) sulla storia di questa strega buona che scendeva di notte dal camino... Noi invece oggi vi vogliamo parlare proprio di questo, del camino.


Non si conosce esattamente il momento della nascita del camino come lo conosciamo oggi. E’ possibile che il predecessore del camino sia stato il forno del pane, oppure la fornace per fondere i metalli o cuocere le ceramiche. Nell’antichità il focolare rappresentava il simbolo della casa e della famiglia che si radunava intorno ad esso, e i romani lo conoscevano con il nome di atrium, ossia la stanza principale della casa nel cui centro ardeva il fuoco e che aveva un foro sul soffitto per l’uscita del fumo.

Il camino rustico è quello più semplice, usato tradizionalmente come cucina e messo in mezzo alla stanza principale oppure addossato ad una parete. I camini medioevali di monasteri e conventi sono di stile gotico, ma questo stile non abbonda in Italia, dove i camini conservano una struttura semplice e sobria. E’ dal Quattrocento al Cinquecento che i camini italiani cominciano ad avere delle fioriture artistiche. Nel Rinascimento, la cappa dei camini raggiunge persino i soffitti e lega il pavimento in un unico monumento con decorazioni fatte in stucco e di colore bianco o dorato. Il camino del Barocco (dal Seicento al Settecento) ha delle forme ampollose, spesso arricchite con figure allegoriche o mitologiche. Verso la fine del Settecento arriva lo stile neoclassico e i camini diventano di nuovo semplici e con linee diritte.
Oggi, il camino si è evoluto grazie alla tecnologia ed è diventato più efficiente e funzionale, anche se di solito è rimasto un metodo di riscaldamento alter
nativo o complementare.
C'è comunque qualcosa di magico nel contemplare il fuoco, a volte ipnotico, del camino, non è vero?

(tutte le foto tratte da diversi siti di Internet)

2 commenti:

Mauro Gasparini ha detto...

link ricambiato con piacere
ciao

Xelo ha detto...

Grazie mille